Tutte le informazioni sulle terme in Trentino

 

Terme TrentinoGià conosciute fin dall'epoca romana, le molte fonti termali del Trentino sono state frequentate nel corso dei secoli in maniera molto assidua, anche da personaggi illustri come il Casato degli Asburgo. Oggi l'attività termale è una realtà importante che incrementa la fama della regione di meta turistica. Su visittrentino.it trovate informazioni e indicazioni riguardo al mondo delle terme in regione. I principali centri termali sono Levico Terme, Vetriolo Terme e Roncegno nella Valsugana, Pejo e Rabbi nella Valle di Sole. Le acque delle sorgenti di Levico Terme sono famose per le loro proprietà terapeutiche tanto che, già all'inizio dell'800, si costruì una prima struttura per i bagni. Tuttavia essa rimase in funzione solo per due anni: ritenendo pericolosa la presenza di arsenico nell'acqua, uno studioso di Pavia ne sconsigliò l'uso. Il problema diede luogo ad un acceso dibattito, cui seguì un divieto di balneazione. Solo qualche decennio più tardi analisi accurate risolsero la questione, dimostrando la non pericolosità della cura e la sua efficacia.
 

Venne infine costruito un acquedotto che conducesse l'acqua in un sito più agevole per l'imbottigliamento e lo sfruttamento termale. Le sorgenti sono due: la Caverna del Vetriolo che dà un'acqua detta forte o da bagno, l'unica ad essere usata perché capace di conservare a lungo le sue caratteristiche compositive. L'altra è la Caverna dell'Ocra e produce un'acqua acidula o da bibita che però perde le proprietà terapeutiche a causa di sostanze instabili. L'acqua del Vetriolo è fredda, arsenicale-ferruginosa con un'altissima percentuale di arsenico che la rende assai indicata per la cura dell'asma, delle malattie nervose, otorinolaringoiatriche, cutanee, osteoartrosiche, ematiche, tiroidee e ginecologiche. I trattamenti consistono in bagni, fanghi, inalazioni, aerosol ed irrigazioni.
 

La stagione termale va da aprile ad ottobre e le cure si effettuano presso il centro di Levico Terme. Lo stabilimento termale è dotato di percorsi, servizi e attrezzature termali accessibili anche a persone disabili. Presso di esso si praticano la balneoterapia, inalazioni, aerosol, fanghi, bagni ed irrigazioni vaginali.
 

Presso il Palazzo delle Terme è aperto da giugno a settembre il Centro di rieducazione funzionale-palestra, per il recupero mediante fisiochinesiterapia delle patologie muscolari ed osteo-articolari. Le Terme di Levico sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.
 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul Portale.     Ulteriori informazioni    HO CAPITO